Il Cavolo Nero, alleato prezioso

Scritto da | 18 Gennaio 2016
Cavolo Nero

Il cavolo nero – come altri suoi “colleghi” – è una riserva per noi indispensabile per affrontare l’inverno.
Un ingrediente povero, ma saporito e ricco di proprietà benefiche, ricchissimo di sostanze antiossidanti sali minerali e vitamine, in particolare la C, ricco di fibre che aiutano la digestione, acidi grassi come l’omega 3 e l’omega 6 , calcio, ferro. È un antinfiammatorio e un antiossidante naturale. Abbassa la pressione e protegge il cuore e le arterie, rinforza il sistema immunitario dalle malattie e dagli attacchi di germi e batteri. Infine è un ottimo disintossicante e antitumorale.

Il cavolo nero è un ortaggio particolarmente amato in Toscana: si racconta la famiglia Medici di Firenze fosse solita a offrire ai suoi ospiti una zuppa fumante base di questa verdura. Caratterizzato da un sapore più deciso rispetto agli altri cavoli può essere consumato sia crudo, nelle insalate, che cotto.

Le foglie devono essere abbastanza rigide, con un bel verde scuro intenso, meglio che siano piccole. L’ideale è cuocerlo 10 minuti a vapore, frullarlo ed unirlo alla zuppa a fine cottura.
Una cottura prolungata, oltre a distruggere gran parte delle vitamine, rende i cavoli neri indigesti e di odore sgradevole a causa della maggiore liberazione di composti solforati.