Lenticchie a Capodanno? Tutto l’anno!

Scritto da | 28 Dicembre 2015

Molti si limitano ad assaggiare le lenticchie solo Capodanno perché la tradizione insegna che se sono di buon auspicio: “Portano soldi”, si dice. In realtà, siamo di fronte a un alimento importante per il nostro organismo, una ricchezza che Madre Natura ci offre, da consumare tutto l’anno.

Le lenticchie contengono il 53% carboidrati, pochissimi grassi, tanta fibra, molte vitamine (A, B1, B2, C, PP) , sali minerali di calcio, potassio e ferro e un elevato contenuto di proteine vegetali che li ha sempre identificati nella tradizione come ” la carne dei poveri”.
Tra i legumi sono quelli che hanno maggiore azione antiossidante grazie al buon contenuto di isoflavoni.

Rallentano l’assorbimento dei carboidrati, per cui impediscono i picchi glicemici: lo zucchero che deriva dalla digestione viene assorbito dall’organismo più lentamente. Sono perfette in caso di anemia, esaurimento fisico e per compensare eventuali mancanze di potassio e fosforo.

In commercio le varietà di lenticchie  si differenziano per gustocolore.  Si trovano lenticchie  gialla, rossa, verde, marrone e nera, piccole, medie, grandi. Ma si distinguono anche per la lavorazione subita dal prodottodecorticate (non hanno bisogno dell’ammollo – più indicate per l’alimentazione dei bambini) e non decorticate.

Le lenticchie più rinomate e pregiate sono quelle italiane, in particolare quelle di Castellucccio di Norcia in Umbria con marchio IgP.